I nostri amici animali sentono dolore proprio come noi, ma lo manifestano in maniera differente mandandoci segnali che devono essere ben interpretati.

Per questo ogni paziente prima di un intervento deve essere sottoposto ad una visita anestesiologica, l’anestesia non è uguale per tutti!

Saper effettuare una anestesia adeguata per ogni paziente è fondamentale per diminuire lo stress delle procedure prechirurgiche, per diminuirne la sensazione cosciente durante la chirurgia e per ridurre al minimo il dolore durante e dopo l’intervento chirurgico.

Utilizziamo anestesie multimodali bilanciate, selezionando molecole anestesiologiche diverse in base alle caratteristiche fisiologiche del paziente

Tali molecole agiscono sinergicamente garantendo una ottima sedazione e controllo del dolore minimizzando al massimo gli effetti collaterali delle stesse molecole.

Per questo motivo ogni visita anestesiologica permette di inquadrare i pazienti e progettando un accurato approccio anestesiologico (analisi dello stato clinico, eventuali analisi di laboratorio o approfondimenti diagnostici radiografici o ecografici)

Durante le procedure chirurgiche i nostri anestesisti monitorizzano costantemente i parametri vitali.

Nella nostra clinica possiamo controllare con appositi macchinari gli scambi respiratori in ventilazione spontanea o controllata tramite il ventilatore meccanico (capnografia, saturimetria, spirometria e monitoraggio dell’agente anestetico), la funzionalità cardiocircolatoria (elettrocardiografia, pulsossimetria, pressione arteriosa invasiva e non invasiva), il controllo della temperatura corporea tramite sistemi di riscaldamento e raffreddamento.

Il risveglio è un’altra fase importante dell’anestesia: la ripresa della coscienza dopo una anestesia deve essere effettuata nella maniera più dolce possibile, monitorando le funzioni vitali e l’analgesia del paziente in modo da ottenere una ottima ripresa fisica e mentale.

Terapia del dolore: garantire una qualità di vita dignitosa e una convalescenza priva dal dolore è un punto focale nella gestione dei nostri pazienti, sia che debbano effettuare interventi semplici o che debbano affrontare patologie che causano dolore cronico.

Il medico veterinario anestesista deve possedere conoscenze che consentano un approccio al paziente distinto ma nello stesso tempo complementare a quello del medico chirurgo, valutando la gestione del dolore del paziente e anche del proprietario.