La Clinica Veterinaria Portone di Pietrasanta offre un servizio completo in Oftalmologia. Siamo in grado di effettuare una visita oculistica completa (bio-microscopia, tonometria per applanazione, oftalmoscopia diretta-indiretta) per tutti gli animali d’affezione come cani, gatti, animali esotici.

Patologie a carico dell’apparato visivo possono essere anche segno di disturbi generali, sia metabolici (la cataratta diabetica, l’ipertensione sistemica) che infettivi (l’uveite nella Leishmaniosi canina), neurologici (la cecità da malattie encefaliche) o oncologici (il melanoma irideo) o immuno-mediati (alcune forme di corio-retinite).

La visita oculistica può essere completata da accertamenti diagnostici particolari quali l’ecografia oculare, l’elettro-retinografia, la gonioscopia e la video-endoscopia dell’angolo irido-corneale.

L’ecografia oculare è il mezzo diagnostico per immagini di scelta allorquando i mezzi diottrici (trasparenti) dell’occhio non consentono una visualizzazione diretta (attraverso oftalmoscopia diretta o indiretta ) della camera vitrea e della retina. In caso di cataratta completa matura, ad esempio, il cristallino è completamente opacizzato e non è possibile esaminare la retina. E’ molto importante escludere la presenza di un distacco retinico totale-parziale prima anche solo di considerare un’eventuale faco-emulsificazione (intervento elettivo per rimuovere il cristallino catarattoso).

L’elettro-retinografia è lo studio strumentale dell’attività elettrica della retina e serve a discernere cecità retiniche da quelle di origine centrale (perciò, di pertinenza del neurologo).

La gonioscopia è la tecnica diagnostica che consente la visualizzazione diretta dell’angolo irido-corneale. Oggi viene sempre più spesso soppiantata dall’oculoscopia, tecnologia più raffinata e che consente la collezione di immagini di repertorio.

Oggi l’endoscopio in oculistica è utilizzato a livello altamente specialistico anche per la valutazione dell’angolo irido-corneale (oculoscopia) nella prevenzione del glaucoma primario. Sempre in campo oculistico l’endoscopio è l’unico strumento in grado di consentire la valutazione del fondo oculare negli animali esotici.

Alle volte la lesione è di esclusiva pertinenza oculistica (atrofia retinica progressiva, cataratte non diabetiche, corpi estranei).

E’ perciò importante essere dotati degli strumenti specialistici e cognitivi per un’accurata visita oculistica, ma anche di esperienza a 360 gradi e capacità di discernimento.

La disponibilità di un microscopio intraoperatorio consente infine di effettuare microchirurgie corneali e intraoculari.

Vengono anche programmate faco-emulsificazioni per interventi di cataratta e chirurgie palpebrali anche tramite l’impiego di radiobisturi, blefaroplastiche ricostruttive complesse.

Le visite e gli interventi oculistici negli animali non convenzionali vengono sempre programmate con la compresenza di un  Collega che si occupa di questi animali.